Esplora contenuti correlati

Imposta Comunale sugli immobili

Cos’è

I.C.I., Imposta Comunale sugli Immobili.

Cos’è utile sapere

L’I.C.I. è dovuta a ciascun Comune in cui l’immobile stesso si trova.
È un’imposta autoliquidata dal contribuente. Si paga due volte l’anno in due rate di pari importo, la prima entro il 30 giugno e la seconda entro il 20 dicembre.

Le aliquote da applicare per il conteggio si trovano nella delibera di Giunta Comunale disponibile presso la segreteria.

L’ICI è un’imposta che deve essere pagata da tutti i proprietari o titolari di diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione, locazione finanziari, enfiteusi e superficie) di un immobile (fabbricato, terreno, area) escluse le unità immobiliari adibite ad abitazione principale e quelle ad essa assimilate- Legge 24 Luglio 2008, N. 126

Art. 1 – Esenzione ICI prima casa. 1. A decorrere dall’anno 2008 è esclusa dall’imposta comunale sugli immobili di cui al decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo. 2. Per unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo si intende quella considerata tale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, e successive modificazioni, nonché quelle ad esse assimilate dal comune con regolamento o delibera comunale vigente alla data di entrata in vigore del presente decreto, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9 per le quali continua ad applicarsi la detrazione prevista dall’articolo 8, commi 2 e 3, del citato decreto n. 504 del 1992. 3. L’esenzione si applica altresì nei casi previsti dall’articolo 6, comma 3-bis, e dall’articolo 8, comma 4, del decreto legislativo n. 504 del 1992, e successive modificazioni; sono conseguentemente abrogati il comma 4 dell’articolo 6 ed i commi 2-bis e 2-ter dell’articolo 8 del citato decreto n. 504 del 1992.

Requisiti

Sono obbligati al pagamento dell’I.C.I. tutti coloro che possiedono immobili a titolo di proprietà, usufrutto, uso o abitazione.

Come fare

La dichiarazione I.C.I. va presentata entro il 30 giugno. In caso di nuovo acquisto il contribuente è tenuto a pagare entro il 30 giugno dello stesso anno i mesi di competenza, ma presenta la dichiarazione solo entro il 30 giugno dell’anno successivo.

Il pagamento può essere effettuato su bollettino di c.c.p. N. 81003850591 intestato al comune di Campodimele.

Se l’ICI non viene pagata entro le scadenze prefissate, è possibile mettersi in regola entro un anno presentando il ravvedimento operoso (su apposito modello), a cui andrà allegato il versamento comprensivo di sanzioni ed interessi.

Allegati

File Dim.
doc Ravvedimento operoso ICI 33 KB

Ufficio di riferimento: Tributi

Telefono 0771 598013
Fax 0771 598126
Indirizzo ufficio Piazza Municipio n.4 - 04020 , Campodimele (LT)
Email ragioneria@comunedicampodimele.it
Orario Mattina : dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00 Pomeriggio: martedì e giovedì dalle 15:30 alle 17:00

RESPONSABILE RAG. ILDA ZANNELLA

Vai alla pagina dell'ufficio